DONNA
Nuova campagna Commissione Europea contro gli incidenti stradali
Scritto il 2012-07-31
da davidemercati
su
News

Fonte: scientificamente.files.wordpress.com

100.000. E’ questo il numero di vite che sono state salvate in Europa dagli incidenti stradali negli ultimi 10 anni. Grazie anche all’impegno della Commissione Europea, che da anni si adopera molto con campagne  e politiche di sensibilizzazione rivolte a politici, opinion leaders e pubblica opinione. Con lo scopo di aumentare il livello di consapevolezza verso il tema della sicurezza stradale.
Mezzi di trasporto e traffico sono in costante aumento. Per abbassare progressivamente il numero delle vittime degli incidenti stradali è importante quindi un impegno costante da parte di tutti e contribuire al cambiamento dei comportamenti sia di chi guida un mezzo di trasporto (auto, motociclette, camion, autobus) sia di chi usa semplicemente la bicicletta o le suole delle scarpe.

Negli ultimi tempi la Commissione Europea ha deciso a tal scopo di coinvolgere sempre più i giovani.  Affinché possano assumere una coscienza civica sul tema e riuscire a sensibilizzare le proprie famiglie, per gettare le basi di un futuro con un traffico meno pericoloso e caotico e con un impatto ambientale minore. Per rivolgersi ai giovani la Commissione Europea ha deciso di farlo con il loro linguaggio. Uno spot diffuso via internet e contenente tutti i codici tipici della gioventù: protagonisti giovanissimi, con abbigliamento urban street-wear, musica ritmata, graffiti animati, giochi di strada. Eh si … quei giochi di strada come l’americanissimo basket o il più mediterraneo calcio che sono oramai scomparsi da strade, piazze e cortili. Una bella opera di creatività da guardare.

Oltre al video di sensibilizzazione occorre però fare cultura e prevenzione sul traffico e sui trasporti in generale. Ci sono infatti regole e accorgimenti di base che sono semplici da usare ma indispensabili per ridurre i rischi. Come ad esempio:

  • Ridurre le cause di distrazione alla guida: uso del cellulare, fumo, lettura.
  • Rispettare rigorosamente le regole dei codici della strada
  • Fare corsi di guida di aggiornamento per alcune categorie particolari di guidatori
  • Rafforzare le regole e i controlli stradali
  • Rispettare i limiti di velocità: il 30% degli incidenti è causato da un uso eccesso
  • Prestare attenzione al benessere durante la guida: la stanchezza è una frequente causa di incidenti in particolare tra gli autisti di mezzi pesanti
  • Allacciare le cinture di sicurezza: dal 2006 sono obbligatorie in tutti I Paesi UE e sono il modo più semplice per prevenire traumi da incidente.

    Fonte: www.archives.gov

    Bambini giocano per strada

Personalmente mi sento di aggiungere che la manutenzione di tutti gli automezzi in particolare dei camion è basilare. Spesso accade infatti che questi mezzi pesanti perdano paraurti o pneumatici scoppiati lungo le strade di grande comunicazione. Se non raccolti immediatamente e lasciati per strada come spesso accade questi oggetti causano gravi incidenti e danni a terzi guidatori (come successo a me due o tre volte in situazioni di scarsa visibilità come di notte o in galleria).

Un minor livello di traffico avrebbe anche un risvolto ambientale non trascurabile. Se molte più persone usassero mezzi di trasporto collettivi come treni, autobus, taxi, o modalità come car sharing o car pooling ci sarebbe un notevolissimo abbattimento di Co2 come conseguenza diretta della diminuzione del traffico. Biciclette e scarpe comode inoltre sarebbero la ciliegina sulla torta. E’ una questione di cultura e di buon senso civico. Inoltre i bambini potrebbero tornare a giocare per strada.

 Sponsored by European Commission


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2019 Nanalab S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 09996640018